La nave anti migranti in avaria soccorsa da una Ong

Sea Eye: «In mare tutti vanno soccorsi, a prescindere da colore, religione e modo di pensare»


Pubblicato il 11/08/2017
Ultima modifica il 11/08/2017 alle ore 21:21

La nave anti migranti di Defend Europe ha avuto un’avaria al motore in acque internazionali tra la Tunisia e la Libia e verso di lei sta facendo rotta un’imbarcazione delle Ong impegnate nel soccorso ai migranti. 

 

È stata la stessa Ong Sea Eye a rendere noto l’episodio. La C-Star in missione anti-migranti, è alla deriva «e in pericolo» scrive sui Facebook la Ong “Sea-Eye”, «il portavoce della missione Sofia ha chiesto di soccorrerla e visto che eravamo l’imbarcazione più vicina, la Capitaneria di porto di Roma ha inviato noi». 

«In mare tutti vanno soccorsi, a prescindere da colore, religione e modo di pensare» ha commentato il direttore della Ong, Michael Busch Heuer.  

 

Secondo quanto si apprende, la segnalazione del problema della C Star è stata raccolta da una delle navi inserite nel dispositivo Eunavformed, la missione europea al largo della Libia. Questa, a sua volta, ha avvisato il Centro di coordinamento dei soccorsi che ha dirottato la Sea Eye verso la nave anti migranti. 

 

 

Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno