Il camper distrutto dal tornado del 2012: niente risarcimento danni dal Comune

Una coppia pugliese deve pagare le spese processuali


Pubblicato il 09/11/2017
VERBANIA

Avevano trascinato il Comune a processo, per farsi risarcire i danni subiti dal loro camper, ora però l’amministrazione verbanese li porterà davanti al giudice per il recupero delle spese legali. E’ quanto accaduto ai coniugi Lucia e Gaetano Pierri, residenti a Leporano (Taranto). La coppia la sera del 25 agosto del 2012 era a bordo del proprio camper nel parcheggio dell’arena a Intra, quando si è scatenato il tornado che ha messo in ginocchio Verbania per tutta la notte.  

 

 

Tra i danneggiati anche il camper dei due coniugi quasi distrutto per la caduta di un grosso albero. Nell’incidente era rimasta leggermente ferita la donna che era stata ricoverata in ospedale. Qualche mese dopo la coppia ha chiesto un risarcimento al Comune: 70 mila euro per il camper e 5 mila per i problemi fisici. La questione, però, era finita davanti ai giudici. Il tribunale di Verbania aveva dato ragione al Comune rigettando le richieste di risarcimento: secondo i giudici le responsabilità non potevano cadere sull’ente perché era stato un evento eccezionale.  

 

Medesima sentenza per la Corte d’appello di Torino che ha pure condannato i coniugi a pagare le spese legali per entrambi i gradi di giudizio. Le richieste dell’amministrazione verbanese - fatte più volte alla coppia per pagare il debito - si sono sempre concluse senza esito. Ora il Comune ha deciso di ricorrere al tribunale di Taranto per l’esecuzione forzata del recupero del credito. E così ora la giunta ha nominato un avvocato del foro della città pugliese per seguire la vicenda.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno