Via agli interrogatori per la notte di piazza San Carlo: la sindaca sarà ascoltata martedì

Sono venti gli indagati che hanno avuto un ruolo tecnico il 3 giugno scorso
ANSA


Pubblicato il 10/11/2017
Ultima modifica il 10/11/2017 alle ore 12:20
torino

«Non potevo evitare nulla». Così Valter Pirillo, componente della commissione di vigilanza in quota Regione, al termine dell’interrogatorio in Procura, durato un’ora e tre quarti, sul disastro di piazza San Carlo. L’architetto, accompagnato dall’avvocato Roberto Trinchero, ha risposto alle domande dei magistrati che indagano su quella notte. «Il mio cliente - sottolinea il legale - ha spiegato le sue competenze specifiche che, in quel caso, riguardavano il maxi schermo, l’adeguatezza e la staticità della struttura, dei motori e dei pesi sospesi. Non aveva competenza su altri aspetti, come dispositivi, barriere e capienza della piazza». Una battuta anche sulla scelta della Procura di contestare a tutti i venti indagati il lesioni, omicidio e disastro colposo. «È un modo trasparente per verificare la posizione di ciascuno», spiega Trinchero. E Pirillo aggiunge: «Io mi sono occupato dello schermo e delle strutture temporanee, come la pedana per i giornalisti, che non solo hanno retto, ma sono anche servite da rifugio per chi scappava». 

 

 

 

LEGGI ANCHE La commissione di vigilanza apre gli interrogatori dei magistrati su piazza San Carlo  

LEGGI ANCHE Piazza San Carlo, sicurezza nel mirino: piano realizzato con un copia e incolla  

 

Gli interrogatori di Giorgio Villani e Pasquale Pirro, difeso dall’avvocato Pierfranco Bertolino, sono fissati per sabato 11 novembre. Martedì 14 è la giornata cruciale per la sindaca Chiara Appendino (difesa dall’avvocato Luigi Chiappero) e per il dirigente del commissariato Centro, Alberto Bonzano, che ha nominato come legale il professor Mauro Ronco. Sempre nello stesso giorno è fissato l’interrogatorio di Paolo Lubbia, direttore del gabinetto del sindaco, difeso dall’avvocato Lorenzo Imperato. Il giorno successivo, 15 novembre toccherà a Chiara Bobbio, funzionaria di gabinetto del primo cittadino (avvocato Gian Paolo Zancan). E’ stata fissata al 17 l’audizione di Paolo Giordana, ex capo di gabinetto del Comune che si è dimesso dal ruolo pochi giorni fa. È difeso dall’avvocato Maria Turco dello studio Chiusano. Gli interrogatori andranno avanti fino a fine mese.  

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno