Assassinio Mattioda, la sorella Cristina è indagata anche per il tentato omicidio del padre

L’arresto della 64enne prende spunto dalle dichiarazioni rilasciate dalla donna nel corso degli interrogatori


Pubblicato il 13/11/2017
Ultima modifica il 13/11/2017 alle ore 18:29
castellamonte (TO)

Un altro colpo di scena nell’omicidio di Mauro Mattioda, 60 anni , avvenuto sabato a Spineto di Castellamonte, nella villa di famiglia. La sorella Cristina, 64 anni, arrestata per l’omicidio del fratello, è al momento indagata dalla Procura di Ivrea anche per il tentato omicidio dell’anziano padre che vive in un’ala della stessa villa della località Belvedere. A riguardo sono in corso le indagini dei carabinieri della compagnia di Ivrea, coordinate dal pubblico ministero Lea Lamonaca della procura eporediese. La denuncia per tentato omicidio prende spunto dalle stesse dichiarazioni rilasciate dalla donna nel corso degli interrogatori.  

 

LEGGI ANCHE: A Castellamonte una donna ha soffocato il fratello nel sonno  

 

Domattina, in tribunale a Ivrea, è prevista l’udienza di convalida dell’arresto. Per il momento la donna, difesa dall’avvocato Franco Papotti, è detenuta nel carcere delle Vallette, controllata a vista. 

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno