L’indimenticabile e mitica sezione B dell’Itc Sommeiller, quella dei gloriosi anni 70


Pubblicato il 13/11/2017
Ultima modifica il 13/11/2017 alle ore 15:25
torino

Siamo quelli della B. La mitica sezione B del per noi altrettanto mitico ITC Germano Sommeiller di Torino, metà anni Settanta. 

Ci eravamo, per la maggior parte, persi di vista. Assorbiti dalle nostre vite e dal lavoro che troppo spesso travolge tutto, facendo dimenticare, o almeno passare in second’ordine, le relazioni umane

Poi, grazie anche all’aiuto dei social network, l’idea di ritrovarci ha preso piede e tassello dopo tassello, grazie anche a passaparola e «indagini» degne dei migliori detective della letteratura internazionale, siamo riusciti a rimettere insieme il gruppo (beh, diciamo all’80%). 

E il venti per cento residuo, per dirla come Guccini? Beh, «Qualcuno è andato per età, qualcuno perché è già dottore o insegue la maturità, si è sposato, fa carriera ed è una morte un po’ peggiore...». 

L’idea vincente è stata quella di rimettere insieme non soltanto i compagni della medesima classe, ma di coinvolgere anche i «piccoli» che ci seguivano, temporalmente, nel percorso di studi. Perché tanto il collante fondamentale era quello offerto a suo tempo dalla mitica sezione B nel suo complesso...  

 

 

 

 

«Piccoli» che, ovviamente, contavano tra le loro file anche qualcuno di noi «grandi» che si era talmente affezionato allo studio da voler ripetere uno o più anni...  

 

IL RITROVO  

E così ci siamo ritrovati per un pranzo ed è stata un’esperienza bellissima ed emozionante e soprattutto «vera», per quell’indubbio piacere di rivederci e cercare di riconoscerci tra rughe, chili in più e capelli grigi o caduti al fronte. O, meglio, caduti dall’inizio della fronte. 

«Vera» anche perché non più inquinata da quella competitività che tra i quarantenni impera e molte volte rischia di rovinare il sentimento di amicizia che legava gli uni agli altri. 

Ovviamente sono ritornati alla mente episodi ed aneddoti di quegli anni stupendi e le risate non sono certo mancate. Ma sarebbe troppo lungo ricordarli tutti in questa rubrica... 

Ci ritroveremo presto, anzi magari sempre, sperando di riuscire a coinvolgere anche quelli che hanno mancato la prima occasione. 

 

LEGGI ANCHE Tutti i racconti di questa sezione  

 

*** MANDATECI LE VOSTRE STORIE  

Inviatele con 2 fotografie orizzontali di come eravate e come siete a cenadiclasse@lastampa.it: le troverete sulla pagina della Cronaca di Torino de La Stampa e sul profilo Facebook.  

 

home

home