Escursionista disperso sul Moncenisio

Le ricerche ostacolate da una bufera di neve e vento che sta imperversando nell’area

Un’immagine d’archivio di soccorsi in montagna


Pubblicato il 13/11/2017
Ultima modifica il 13/11/2017 alle ore 11:32
torino

Da ieri sera un escursionista è disperso nella zona del Colle del Moncenisio, nel Torinese. Le operazioni di ricerca condotte dagli operatori del Soccorso alpino piemontese procedono con difficoltà a causa di una bufera di neve e vento che sta imperversando nell’area. Una prima squadra ha perlustrato la zona individuando l’automobile del disperso. Da questa mattina quindici tecnici del Soccorso alpino hanno ripreso le ricerche con la collaborazione dei colleghi francesi. 

 

LEGGI ANCHE Alpinista trovato morto sulle montagne della Val Grande di Lanzo  

 

È stato invece ricoverato all’ospedale Cto di Torino con svariati traumi al volto, agli arti e alla schiena e un principio di ipotermia l’escursionista salvato ieri sera dal soccorso alpino in Val Pellice, sulle montagne dell’area metropolitana di Torino. L’uomo stava scendendo dal sentiero che da Villanova conduce al rifugio del Jervis; in prossimità di una zona caratterizzata dalla presenza di rocce è scivolato per una ventina di metri, a quota 1.500 metri, fermandosi a poca distanza da un ruscello. 

 

LEGGI ANCHE: A Ceresole muore un alpinista francese di 27 anni  

 

A dare l’allarme sono stati alcuni escursionisti sull’altro versante del vallone, allertati dai compagni dell’escursionista ferito, che hanno chiamato il soccorso alpino una volta scesi a Villanova. In quota infatti i cellulari non prendevano. Il soccorso alpino ha raggiunto l’escursionista sotto una fitta nevicata, riuscendo a caricarlo su una barella e a portarlo a spalle fino al pianoro della cascata del Pis, guadando il torrente, dove ad attenderlo c’era una ambulanza 4x4 della Croce Rossa 

 

 

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno