Milano intitola una via al capitano del Grande Torino, Valentino Mazzola

Con il Toro ha realizzato 118 gol in 195 presenze

Sei un tifoso Granata?
Vai in fondo all'articolo e parla con tutti quelli che amano il Toro
Pubblicato il 13/11/2017
Ultima modifica il 13/11/2017 alle ore 14:05
milano

«Merita che gli sia stata intitolata una via», dice Urbano Cairo, presidente del Torino, a margine della cerimonia di intitolazione di una via di Milano a Valentino Mazzola. «E’ stato uno dei più grandi calciatori italiani – prosegue il numero uno granata - era in grado di fare la doppia fase difensiva e offensiva. Quando in campo tirava su le maniche della casacca era un gesto rimasto leggendario. Se non fosse accaduto la tragedia di Superga sarebbe andato avanti a vincere».  

 

Ora serve un passo in più: una strada per Valentino Mazzola anche Torino, desiderio di Cairo. «Invito Torino ad intitolare una via a Valentino Mazzola. Sono sicuro che la sindaca ci penserà perché è un grande calciatore della storia». Dal Grande Torino al Toro di Mihajlovic. «Soddisfatto del campionato? Direi che le cose vanno bene, abbiamo fatto una grande partita a San Siro dove forse meritavamo di più. Abbiamo vinto in casa contro il Cagliari e penso che dopo Firenze la squadra sia tornata a giocare e fare punti. Penso che ci siano tutte le possibilità di andare avanti e puntare i nostri obiettivi. Il centrocampo a tre è meglio di quello a due perché per supportare gli attaccanti serve equilibrio e si è visto nei risultati».  

 

Non manca un commento sulla nazionale questa sera in campo contro la Svezia a San Siro per il ritorno dei play off: «Fare il ct è una cosa diversa dall’allenamento quotidiano. In quello Ventura è bravissimo. Adesso ci vuole un po’ di cazzimma, basta parole e solo fatti per tutti. Il futuro di Ventura e dell’Italia? Io oggi penserei solo alla partita, le riflessioni le lascerei fuori. La cosa migliore è che in campo i giocatori pensino a dare tutto per conquistare la qualificazioni. Il calcio non è un gioco per signorine, serve forza e grinta per provare a superare la Svezia». 

 

Sei un tifoso Granata?
Parla con tutti quelli che amano il Toro

home

home

Le interviste

I più letti del giorno

I più letti del giorno

Campionati
Calendario e risultati

Calendario e risultati

Calendario e risultati

Calendario e risultati