Slot, i gestori chiedono al Ministero lo stop dell’imposta sugli apparecchi da dismettere

Soltanto in Piemonte sarebbero più di 20 mila


Pubblicato il 14/11/2017
Ultima modifica il 14/11/2017 alle ore 15:38
torino

Sospendere l’applicazione del Preu (il Prelievo erariale unico, ndr) forfettario su circa 20 mila slot in Piemonte, per le quali la legge regionale contro il gioco patologico impone la rimozione entro il 20 novembre.  

Lo ha chiesto l’associazione di gestori Astro in una lettera al Ministero dell’Economia. Nessun magazzino aziendale è abbastanza capiente per accogliere gli apparecchi da rimuovere secondo le modalità prescritte dalla legge: le norme di settore prevedono ubicazioni sorvegliate e in grado di consentire le ispezioni tecniche sugli apparecchi, ma «nessuna azienda è attrezzata per il ritiro di ogni suo congegno e pertanto non sarà possibile adempiere puntualmente a un termine la cui violazione sarà sanzionata con l’apposizione dei sigilli del fermo amministrativo». Lo riporta Agipro. 

 

LEGGI ANCHE: Il regolamento vieta i giochi: il condominio sfratta la sala con le slot machine  

 

LE CONSEGUENZE  

Questa circostanza, sempre a detta dei gestori, implica conseguenze pesanti: «Tale condizione impedirà l’accensione del congegno e la lettura dei contatori da parte delle rete con conseguente insorgenza del Preu forfetario con una base imponibile, per ciascun apparecchio, di circa 600 euro, un tributo che nessun operatore e` in grado di anticipare». 

 

«DOPPIO DANNO»  

Insomma: ogni gestore dovrebbe versare ogni giorno e per ogni apparecchio il 19% della base imponibile stimata per ogni slot non collegata, oltre 2,3 milioni al giorno di tasse da versare su un'attività non operativa. Astro chiede quindi al Mef «la sospensione della insorgenza del Preu forfettario» e un provvedimento «volto comunque a equiparare il congegno rimosso al congegno installato ma non usufruibile dall’utenza». In tal caso, conclude Astro, «l’apparecchio potrebbe restare allacciato alla rete e trasmettere almeno i segnali fondamentali in grado di evitare l’insorgenza del Preu forfettario».  

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno