Un bimbo si sente male nella metropolitana, la sindaca di passaggio gli presta soccorso

Otto anni, vagava nella stazione Principe d’Acaja con la sorellina di 11 e senza genitori: ad un certo punto è svenuto

Foto di archivio


Pubblicato il 14/11/2017
Ultima modifica il 15/11/2017 alle ore 07:51
torino

L’episodio, accaduto sabato scorso, è stato raccontato da un assistente alla clientela Gtt: «Un bimbo si è sentito male in metropolitana, ed una signora gentile si è avvicinata per sapere se poteva essere in qualche modo d’aiuto: era la sindaca Chiara Appendino».
Il fatto è avvenuto verso le ore 19 dell’11 novembre nella stazione Principe d’Acaja.
Due bambini di 8 ed 11 anni senza genitori si aggirano per l’atrio mano nella mano.
La cosa non è sfuggita al personale di servizio: «Li abbiamo fermati, la ragazzina l’avevamo già notata da sola in un’altra stazione e così volevamo essere sicuri che fosse tutto a posto e capire come mai fossero da soli». Ma quando i due bambini vengono fermati, il ragazzino di 8 anni accusa un malore, diventa pallido per poi accasciarsi al suolo.  

 

LEGGI ANCHE: Metropolitana in tilt tra Porta Nuova e Lingotto  

 

IN ATTESA DEI SOCCORSI  

Viene chiamato il 118, intanto gli addetti prestano i primi soccorsi. «Poco dopo aver tirato su le gambe al bimbo - ha raccontato uno di loro - si è avvicinata una signora, che solo più tardi ho riconosciuto, e inginocchiandosi ha domandato se ci fosse bisogno di aiuto». «La sindaca è stata gentilissima e molto disponibile. Era con il marito e la figlia e ci ha chiesto subito se doveva chiamare un’ambulanza», ha raccontato un altro collega. La prima cittadina è rimasta accanto al bambino per oltre 40 minuti, fino a quando il piccolo si è completamente ripreso.  

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno