Dopo 21 ore di isolamento riaperta la strada di Cervinia

Poco prima della 14 le prime auto hanno potuto lasciare il paese
ANSA

La coda di auto


Pubblicato il 05/01/2018
Ultima modifica il 06/01/2018 alle ore 14:01
valtournenche

Dopo 21 ore di isolamento, poco prima delle 14 di oggi le prime auto di turisti in partenza da Cervinia hanno potuto lasciare la località e transitare sulla strada che porta a valle. La viabilità era stata bloccata ieri alle 17 per il pericolo che alcune slavine potessero raggiunge la regionale. In queste ore si sono formate lunghe code sia per uscire che per raggiungere il paese del Gran Becca. Questa mattina la commissione comunale valanghe ha dato il via libera alla riapertura della regionale 406, chiusa da ieri alle 17 tra Singlin di Valtournenche e l’accesso al paese di Cervinia. La riapertura era prevista attorno alle 12. 

 

LE PREVISIONI Qualche ora di tregua, poi tornerà il maltempo  

 

Questa mattina, dalle prime ore dell’alba, guide alpine e funzionari della protezione civile hanno fatto una serie di sopralluoghi lungo la regionale per valutare il pericolo valanghe, dopo che ieri sono caduti 190 centimetri di neve fresca in paese. A Cervinia hanno passato la notte circa 10 mila turisti. Le condizioni meteorologiche sono migliorate, con ampie schiarite; è atteso però un nuovo peggioramento dalla serata, con un’altra perturbazione intensa e precipitazioni diffuse sabato e domenica. 

 

 

La Cervino spa ha deciso di mantenere chiusi tutti gli impianti del comprensorio di Cervinia a causa della troppa neve caduta; a Valtournenche il comprensorio aprirà progressivamente a seguito dei lavori per la preparazione delle piste: stamattina ha aperto la cabinovia della Salette, con tre piste a disposizione degli appassionati. 

 

 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno