Raccolta differenziata, il consorzio cuneese Cec primo in provincia per la riciclata con il 64,1%

La Giunta regionale ha validato i dati relativi a produzione e riciclaggio dei rifiuti urbani in Piemonte relativi all’anno 2016


Pubblicato il 13/01/2018
Ultima modifica il 13/01/2018 alle ore 12:03
cuneo

Novara e provincia al vertice, fanalini di coda Torino e provincia di Alessandria, la Granda deve migliorare ancora, con i risultati migliori nel Cuneese e i peggiori nel Monregalese. La Giunta regionale ieri (venerdì 12 gennaio) ha validato i dati relativi a produzione e riciclaggio dei rifiuti urbani in Piemonte relativi all’anno 2016. 

 

L’assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia: “Si deve migliorare per raggiungere gli obiettivi fissati dall’Unione Europea e per attuare la nuova legge in materia di gestione dei rifiuti urbani, approvata poche settimane fa e che prevede inoltre l’obiettivo minimo del 65% di raccolta differenziata per ogni singolo Comune per evitare sanzioni. Con questi dati abbiamo il terreno su cui si andrà ad applicare la nuova legge regionale. Ci sono nuovi strumenti normativi che orientano il sistema verso la tariffazione puntuale con incentivi a chi opera meglio e sanzioni ai Comuni che registrano dati ancora troppo lontani dai limiti. Previsti anche fondi messi a bando dalla Regione proprio per incentivare la crescita della raccolta differenziata”. Si tratta per ora di 9 milioni di euro e - spiegano dalla Regione - sono “destinati ad aumentare”. 

 

La media regionale dei 21 Consorzi oggi operativi in Piemonte: la raccolta differenziata è stata nel 2016 pari al 55,2%, la produzione totale di rifiuti è di 458,5 kg/anno per abitante. La Granda fa meglio della media regionale. I dati del Cuneese: per Coabser di Alba-Bra (171 mila residenti in 55 Comuni) 56,5% di riciclata e una produzione procapite 475 kg l’anno per abitante, per il consorzio Acem di Mondovì (93 mila residenti in 87 Comuni) 55,2% e 439,4 kg per abitante, per il cuneese Cec (164 mila abitanti in 54 Comuni) il dato migliore per la riciclata con il 64,1% e per la produzione procapite con 422,8 kg, infine il consorzio Cse di Saluzzo-Savigliano (159 mila abitanti, 54 Comuni) con 58,8% di riciclata e 424,9 kg a testa di immondizia prodotta in un anno. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno