Storia semiseria dei vegetariani tra video e ricette filosofiche

Incontro tutto da ridere sul cibo con Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone

Il Conciorto di Gian Luigi Carlone (a sinistra) e Biagio Bagini


Pubblicato il 07/02/2018
Ultima modifica il 07/02/2018 alle ore 20:03
novara

É un vegetariano tutto da ridere quello raccontato da Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone, i musicisti del «Conciorto», domani alle 18 al Circolo dei lettori al Broletto di Novara. Il monologo «V come vegetariano» si inserisce nel ciclo di incontri dedicati al cibo. E Bagini e Carlone lo interpretano a modo loro. 

La «lectio vegetabilis» di Bagini illustra la parabola evolutiva di chi rifiuta la carne: una storia dalle caverne ai giorni nostri citando il suo libro «Carpe diem» e mostrando i video in cui Carlone, ex della Banda Osiris, interpreta appunto il vegetariano. «É una storia in chiave comica - racconta Biagini - sulle nostre abitudini alimentari».  

 

Anteprima del «Conciorto»  

Sempre Carlone leggerà anche alcune ricette tratte dal libro «Carpe diem. Antiche e nuove filosofie in cucina e il corretto nutrimento dell’anima» scritto e anche illustrato Bagini. Al termine dell’incontro i due offriranno un assaggio (è il caso di dirlo) del «Conciorto» che andrà in scena al teatro Faraggiana a giugno. É il concerto «suonato» con strumenti e verdure collegate al computer dalle interconnessioni della scheda Ototo: è già stato eseguito con successo in tutta Italia, Svizzera, Galles, Inghilterra e Portogallo. 

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno